Accedi

Guida all'utilizzo della vaschetta per i piedi Detox

Guida all'utilizzo del sistema Detox: il metodo innovativo per il riequilibrio e la purificazione dell'organismo.

Che cos’è il trattamento Seaenergy Detox e come funziona?

L’Seaenergy Detox, diretto discendente dell’apparecchio Aqua Detox, è un trattamento bioenergetico che si avvale dell’elettrolisi per stimolare i processi di autodisintossicazione del nostro organismo.

In una vaschetta per i piedi colma di acqua tiepida e un cucchiaino di sale marino viene inserito un dispositivo contenente due elettrodi. Il dispositivo, collegato a una centralina, una volta in funzione crea nell’acqua un processo di elettrolisi. Forma ossia delle cariche positive e negative

Visto che il nostro corpo solitamente tende ad accumulare scorie acide, andra` ad attrarre e accettare gli ioni carichi negativamente per riequilibrarsi. Questi ioni con carica negativa vanno a riequilibrare le cellule del nostro organismo, permettendo loro cosi`di disintossicarsi e di assorbire i nutrienti più liberamente.

85,00 € cad. Detox dispositivo
2.650,00 € cad. SeaEnergy Aqua Detox

Come funziona l’elettrolisi

La corrente continua che passa tra i due elettrodi immersi nell’acqua (che in questo caso funziona da conduttore elettrolitico) genera cariche positive e negative. Entrambi gli elettrodi, fatti a forma di spirale, di trovano all’interno del dispositivo bianco a forma conica.

Il pediluvio viene applicato ai piedi perche` offrono una superficie vasta e semplice (contengono oltre 200 pori). Nella vaschetta vengono quindi inseriti i piedi e il dispositivo con gli elettrodi e si avvia la centralina che trasmette impulsi elettrici a corrente continua agli elettrodi che a loro volta creano una ionizzazione nell’acqua del pediluvio.

La sottile membrana cutanea dei nostri piedi lascia facilmente assorbire al nostro corpo (visto che ne è relativamente in difetto) gli ioni negativi creati durante l’elettrolisi. Questo sembra portare ottimi benefici per quanto riguarda l’ossigenazione del nostro corpo, l’equilibrio acido-basico e quindi i livelli di pH.

Domande frequenti

Come avviene la disintossicazione?

Il pediluvio non estrae nessuna tossina dal corpo. Si limita invece a stimolare bio-energeticamente i normali processi di auto-disintossicazione.

Quanto tempo dura il trattamento?

Un trattamento Detox dura 30 minuti per gli adulti, 15 minuti per i bambini e 10 minuti per i neonati.

Occorre sempre rispettare queste tempistiche?

Se si vuole che il sistema Seaenergy Detox funzioni occorre rispettare i tempi sopra indicati. In un adulto infatti il ciclo del sangue impiega 30 minuti per completarsi e quindi facendo un trattamento piu` corto si possono predere gran parte degli effetti benefici del pediluvio.

Quanti trattamenti occorre fare?

La quantita` di solito varia da individuo a individuo e dalle sue condizioni di salute e di intossicazione.

In generale si consiglia un minimo di otto trattamenti nel primo mese (mese e mezzo). Piu` o meno due a settimana fino ad arrivare a 16. Poi si puo` rivalutare la situazione e vedere se occorre andare avanti oppure se passare al mantenimento (ossia 1 trattamento al mese).

Posso fare un trattamento Seaenergy Detox ogni giorno?

Di solito si consiglia di aspettare un 48 ore tra un trattamento e l’altro per sfruttarne al meglio tutti gli effetti benefici. Quindi due trattamenti a settimana sono un’ottima tempistica.

In alcuni casi particolari (per persone malate o altamente intossicate), e` consigliabile allungare i tempi tra un trattamento e l’altro per permettere loro di non sentirsi troppo spossati.

Ci sono delle controindicazioni per ricevere il trattamento Seaenergy Detox?

Di solito la maggior parte delle persone puo` sottoporsi a un pediluvio Seaenergy Detox. Ci sono pero` alcune eccezioni. Tutti coloro che rientrano in una delle seguenti categorie non possono fare il trattamento:

  1. Persone che hanno subito un trapianto d’organo e che prendono immunosoppressori.

  2. Persone che soffrono o hanno sofferto di epilessia

  3. Persone con un pacemaker o un impianto elettrico

  4. Donne in gravidanza

La vaschetta Seaenergy Detox cura qualcosa?

La macchina di per se`non cura niente, permette soltanto al corpo di riequilibrare i campi bio-energetici e stimola l’autodisintossicazione. L’equilibrio elettro-magnetico all’interno del nostro organismo puo` promuovere un funzionamento migliore delle funzioni vitali.

Bisogna obbligatoriamente aggiungere il sale nella vaschetta?

Certo, l’acqua deve avere una certa conduttività affinche` il trattamento sia efficace. Il sale infatti ne aumenta le proprieta` di conduzione, permettendo al sistema Seaenergy Detox di girare ai livelli ottimali.

Perché l’acqua cambia colore?

Quando le tossine escono dai nostri corpi sono di colore trasparente, come ad esempio la sudorazione. Nella vaschetta invece le tossine espulse si combinano con l'acqua ionizzata, facendo reazione e cambiando cosi`colore. Se la macchina va senza il sale e senza i piedi nell’acqua, il colore non cambierà. Se va col sale nell’acqua ma senza i piedi in immersione, si avrà un colore giallo/arancione pallido. Questo colore varia lievemente con il tipo di acqua che si utilizza. Ogni zona ha un’acqua con una qualità diversa e con caratteristiche chimiche peculiari.

Per quale motivo il colore dell'acqua varia tra un trattamento e l’altro?

Il colore dovrebbe diventare sempre più chiaro, visto che la quantità di tossine contenute nell’acqua diminuisce di volta in volta.

Quanto dura il dispositivo contenente gli elettrodi?

La durata si aggira intorno ai 40 trattamenti a seconda del pH dell’acqua e delle tossine rilasciate dai clienti. Il deterioramento è causato dalle tossine dell’acqua che intaccano l’acciaio (privo di stagno) dell’apparecchio stesso

Posso prendere la scossa dall’apparecchio nell’acqua?

L’apparecchio nell’acqua conduce 2 ampere, e quindi è sicuro per chiunque.

Posso usare la vaschetta anche se assumo farmaci?

La ricerca non ha riscontrato alcuna interferenza tra medicine e Seaenergy Detox. Ad ogni modo se siete preoccupati, le medicine possono essere prese dopo il trattamento.

Federica Eisele

Laureata in scienze dell’informazione e delle comunicazioni sociali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. Content marketing and social media specializzata in salute e benessere.

Website: Jeyjoo.com